CHIAMACI
059/220530
Dove vuoi andare?

CINA - La leggendaria via della Seta

CINA - La leggendaria via della Seta

Partenza
dal 07/10/2020
al 21/10/2020
3700.00 €
Dettaglio quota +
 
MINIMO 20 PAGANTI€ 3700,00
SUPPLEMENTO SINGOLA € 680,00
TASSE AEROPORTUALI da riconfermare all’emissione dei biglietti€ 360,00

LA QUOTA COMPRENDE:
*Volo di linea Air China: Malpensa/Lanzhou e Kashgar/Malpensa entrambi via Pechino; *Franchigia bagaglio in stiva di 20 kg; *Trasferimento in pullman riservato da Bologna a Malpensa e ritorno; * Sistemazione in alberghi 4 e 5 stelle o i migliori della zona in camere doppie con servizi privati; *Trattamento come da programma: i pranzi saranno in ristoranti cinesi con menù serviti e le cene cinesi in ristoranti o alberghi, come descritto dal programma; *Una bevanda analcolica a pasto; *Spostamenti in pullman come previsto dal programma; *Viaggi in treno veloce da Lanzhou a Zhangye, da Dunhuang a Turpan e da Turpan a Uruqui in prima classe; *Volo da Uruqui a Kashgar in classe economica; *navigazione e ingressi come previsto dal programma; *Guida nazionale cinese parlante italiano per tutta la durata del viaggio  e guide locali parlanti inglese nelle varie località del viaggio; *Assistenza di personale dell’ufficio per tutta la durata del viaggio; *Spese di gestione pratica, incluso assicurazione contro annullamento e sanitaria, obbligatorie e non rimborsabili (€ 120,00 per persona); *Materiale di cortesia; *Visto di ingresso in Cina;
 
LA QUOTA NON COMPRENDE:
*tasse aeroportuali, *bevande ai pasti, escluso una bevanda analcolica; *altri ingressi; *mance (circa € 100.00) per guide locali, autisti e guida nazionale; *tutto ciò che non è compreso alla voce: la quota comprende
 
 
DOCUMENTI E VISTO: Occorre passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data del rientro (I passaporti andranno consegnati in agenzia almeno 45 giorni prima della partenza del viaggio per l’ottenimento del visto) e 1 foto recente a colori su fondo bianco   dimensioni cm 3,5 x 4,5 (Il rapporto deve essere 80% testa 20% spalla) espressione neutra e sguardo frontale.
 
PREISCRIZIONE con pagamento di € 200.00 entro il 1 MARZO 2020
ACCONTO  di € 1500.00 entro il 4 MAGGIO 2020 -  saldo entro il 20 AGOSTO  2020
Dal 4 MAGGIO gli importi pagati entreranno in penale al 100% in caso di annullamento.
Per il rimborso bisognerà attivare l’assicurazione contro annullamento (valida per motivi di salute certificabili). Richiedere al momento dell’iscrizione le condizioni di polizza.
 
SCALETTA DELLE PENALITA’ CHE VERRANNO APPLICATE IN CASO DI ANNULLAMENTO:
ENTRO IL 03 MAGGIO 20:  NESSUNA PENALE IN CASO DI ANNULLAMENTO
DAL 04 MAGGIO AL 19 AGOSTO 20 – PENALE €  900,00
DAL 20 AGOSTO 20 – PENALE DELL 100% DEL COSTO DEL VIAGGIO
 
In caso di annullamento per problemi di salute, non esistenti al momento della prenotazione, Gli importi versati verranno rimborsati dall’assicurazione multirischio, inclusa in quota, dietro presentazione di certificazione medica.
 
 
STAMPA
SCARICA PDF
PROGRAMMA VIAGGIO
Un viaggio insolito per ripercorrere un tratto della più lunga via carovaniera della storia che collegava l’Estremo Oriente con il bacino del Mediterraneo: due mondi e ambiti culturali distanti che si conoscevano solo attraverso i favolosi racconti dei viaggiatori.
Il tragitto cinese della Via della Seta percorre luoghi di straordinaria bellezza in cui la crudezza del deserto domina il paesaggio ed evoca immagini esotiche di carovane che attraversano terre lontane, profumi di spezie e merci preziose
7 Ottobre, mercoledì: BOLOGNA - MILANO/MALPENSA - PECHINO
Ore 7.00 ritrovo a Bologna, autostazione/pensilina, 25 e partenza in pullman per l’aeroporto di Milano/Malpensa. Arrivo e operazioni di imbarco e partenza con volo di linea Air China delle ore 13.30 per Pechino. Pasti e pernottamento a bordo.
8 Ottobre, giovedì: PECHINO - LANZHOU (1600 m SLM)

Ore 5.30 arrivo a Pechino, cambio aeromobile e proseguimento con volo delle ore 7.50 per Lanzhou, capoluogo delle provincia di Gansu, strategicamente sviluppata lungo il Fiume Giallo, con arrivo previsto alle ore 10.25. All’arrivo operazioni di dogana, incontro con la guida e trasferimento in città per il pranzo in ristorante locale, indi breve passeggiata lungo il Fiume Giallo da dove si può osservare il vecchio ponte di ferro e la collina dominata dalla Pagoda Bianca. Nel primo pomeriggio sistemazione in albergo nelle camere riservate e tempo a disposizione per riposarsi. Cena a buffet e pernottamento.

9 Ottobre, venerdì: LANZHOU - BINGLINSI - XIAHE (2800 m SLM)

Prima colazione in albergo e partenza per il Tempio di Bingling, uno dei tanti complessi rupestri buddisti che si trovano disseminati lungo le rotte carovaniere della Via della Seta. Questo luogo si raggiunge dopo una breve e suggestiva navigazione lungo il fiume Giallo che porta in prossimità di una parete di roccia verticale sulla quale anonimi monaci e artisti scolpirono, a partire dal V secolo, una serie di sculture che celebrano Buddha e la sua dottrina. Il sito è dominato da una statua di epoca Tang (618/907), alta 27 metri e raffigurante Maitreya, il Buddha del futuro, in posizione assisa, che segnala la presenza delle grotte ai naviganti. Al termine della vista pranzo in ristorante e partenza attraverso un paesaggio particolarmente suggestivo caratterizzato da terrazzamenti ricavati su rocce sedimentarie per raggiungere Xiahe, città arroccata a quasi 3000 metri di altitudine dove convivono le tradizioni tibetane e quelle della minoranza musulmana Hui. All’arrivo sistemazione in albergo, cena in ristorante e pernottamento.

10 Ottobre, sabato: XIAHE - LANZHOU

Prima colazione in albergo e visita del Monastero di Labrang. Fondato nel 1709, si espanse nei secoli successivi fino a diventare uno dei più grandi monasteri della setta Gelukpa del buddismo tibetano: è infatti il più grande monastero tibetano al di fuori del Tibet. Numerosissimi sono i monaci, con i loro abiti color zafferano, gli stivali neri e i cappelli gialli, che qui vivono, studiano e pregano. Una delle principali caratteristiche di questo luogo è il corridoio delle ruote della preghiera più lungo al mondo, con più di 1700 ruote di scritture. Veramente incredibile è assistere al fluttuare lento dei monaci e dei pellegrini in questo luogo dove aleggia un profondo senso di pace. Al termine della visita pranzo in ristorante e nel pomeriggio viaggio di rientro a Lanzhou. Sistemazione in albergo per cena a buffet e pernottamento.

11 Ottobre, domenica: LANZHOU - PARCO NAZIONALE DI DANXIA - ZHANGYE (TRA 1500-2500 m SLM)
Prima colazione in albergo e pranzo in ristorante. Trasferimento alla stazione ferroviaria per prendere il treno veloce verso Zhangye, città situata nel centro del Corridoio di Xexi, un tempo importante avamposto lungo la Via della Seta. Qui arrivò Marco Polo nel 1274 e pare vi si sia fermato per un anno: nel Milione infatti viene riportata una dettagliata descrizione di questa città. Nel pomeriggio visita al Geoparco Nazionale di Danxia. Un turbinio di arancione, giallo, bianco e marrone caratterizza il paesaggio lunare di questo luogo dal 2010 Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, che si è formato con il progressivo deposito di arenaria rossa e di minerali stratificati per millenni, che sono poi stati erosi dal tempo fino ad assumere le forme più insolite. Attraverso una serie di piattaforme sarà possibile ammirare questo insolito e sorprendente spettacolo naturale, chiamato ormai Montagne Arcobaleno, davanti al quale qualcuno potrebbe esclamare “così bello da sembrare finto”. In realtà scenari come questo non fanno che ricordarci quanto siamo piccoli di fronte alla magnificenza della natura. Conclusa la visita sistemazione in albergo a Zhangye: cena in ristorante e pernottamento in albergo.
12 Ottobre, lunedì: ZYANGYE

Prima colazione in albergo e pranzo in ristorante in corso di escursione. Nella mattinata visita al Mati Si, il “monastero dello Zoccolo del Cavallo”, nome che si riferisce a una leggenda secondo la quale in una delle tante grotte del complesso si conserva l’impronta dello zoccolo di un cavallo celeste e formato da una serie di grotte scavate con mirabile perizia tra il V e il XVI secolo, all’interno delle quali si trovano migliaia di sculture. Questo articolato complesso, formato da grotte e templi è inserito in un paesaggio mozzafiato. La vista più suggestiva si ha ai piedi del Tempio Mati Si, costruito a strapiombo su una parete e disposto su sette livelli. Tutta la struttura è scavata e le varie sale sono collegate da corridoi esterni e cunicoli interni alla roccia. Le vette dei Monti Qillan che circondano l'area, il profumo forte dell'incenso e l'atmosfera di sacralità rendono questo luogo veramente suggestivo. Pomeriggio dedicato al centro della città con il Tempio del Buddha Gigante, costruito nell’XI secolo e una delle poche strutture in legno di questo periodo ancora conservate in Cina, che racchiude al suo interno oltre a Risultati immagini per mati si templeun’infinità di simboli tradizionali una enorme statua del Buddha coricato.  Infine non può mancare una sosta al mercato locale, ricco di colori e profumi di ogni genere prima di rientrare in albergo. Cena in ristorante  e pernottamento.

13 Ottobre, martedì: ZHANGYE - JIAYUGUAN (1500 m SLM)

Prima colazione in albergo e partenza in pullman attraverso l’inospitale paesaggio lunare tipico del Gansu settentrionale per raggiungere Jyayuguan, città che segna la fine simbolica della Grande Muraglia e l’inizio della terra di nessuno, ai margini del Deserto dei Gobi. Nel 1372, dopo la costruzione di un forte durante la dinastia Ming, Jyayuguan divenne una delle località più importanti della Via della Seta, nota come la “bocca della Cina”, perché introduceva allo stretto Corridoio di Xexi, che portava verso le terre dell’interno. Nonostante questa città oggi abbia perso il fascino che aveva nei tempi passati, resta comunque una tappa fondamentale di questo percorso. Dopo il pranzo in ristorante visita alle Tombe di Wei Jin, risalenti al periodo compreso tra il 220 e il 420, che contengono dipinti murali ben conservati, raffiguranti scene di vita quotidiana, dalla preparazione del tè, alla raccolta delle foglie di gelso per la produzione della seta (una sola tomba è aperta al pubblico). Si proseguono poi le visite con il Forte, considerato tra le immagini più classiche della Cina Occidentale. Un tempo sorvegliava il passo che collega le vette innevate del Qilian Shan alle cime dello Hei Shan e rappresentava l’ultima grande roccaforte della Cina Imperiale, la fine del mondo civilizzato, al di là del quale si trovavano solo i demoni del deserto e gli eserciti barbari dell’Asia centrale. Infine sosta alla Grande Muraglia Sospesa, che si estende verso nord e che si ritiene risalga al 1539 e da dove, affrontando una salita piuttosto faticosa, è possibile ammirare un sensazionale panorama sul deserto e sulle scintillanti vette innevate che si ergono in lontananza. Al termine sistemazione in albergo, cena in ristorante locale e pernottamento.

14 Ottobre, mercoledì: JIAYUGUAN - GROTTE di MOGAO - DUNHUANG (1140 m SLM)

Prima colazione in albergo e pranzo in ristorante. Partenza alla volta delle fertili oasi di Dunhuang, un tempo rifugio per gli stanchi viaggiatori che percorrevano la Via della Seta: la maggior parte dei visitatori si fermava giusto il tempo necessario per cambiare il cammello e rifocillarsi prima di ripartire, ma alcuni vi si stabilirono e costruirono fortezze, torri e magnifici templi rupestri, che costellano ancora oggi questa zona. Queste suggestive testimonianze del passato, insieme ai paesaggi desertici punteggiati di maestose dune di sabbia rendono questo luogo speciale. Prima di raggiungere la città sosta alle Grotte di Mogao, prezioso esempio di arte rupestre buddista definito da un detto cinese “una perla scintillante che adorna la Via della Seta”.  All’apice del suo splendore, all’epoca della Dinastia Tang, questo complesso comprendeva 18 monasteri, più di 1400 monaci e monache e moltissimi artisti, traduttori e calligrafi. Al termine cena in ristorante e sistemazione in albergo.

15 Ottobre, giovedì: DUNHUANG - DUNE DI MINGSHASHAN - LIUYUAN - TURPAN (35 m SLM)

Prima colazione in albergo. Nella mattinata visita alle vicine Dune di Mingshashan, dette anche il Monte delle Sabbie Canore. Si tratta di una distesa di dune di sabbia di un pallido color oro, alte alcune decine di metri e che, osservate da lontano, ricordano un gigantesco drago coperto di sabbia. Una volta tra le dune lo spettacolo è ancora più suggestivo e i granelli di sabbia, osservati da vicino, sono multicolori: rosso, giallo, verde, bianco, nero. Nei giorni di vento si può chiaramente udire il fruscio della sabbia che si sposta e i granelli di sabbia che si sfregano tra di loro producono un suono dolce, quasi una melodia. Improvvisamente tra queste dune, appare il Lago della Luna Crescente. Si tratta di un'oasi con un lago dalle acque blu che contrastano in modo curioso e affascinate con le dune di sabbia. Concluse le visite pranzo in ristorante e trasferimento in pullman alla stazione di Liuyuan da dove con il treno veloce si raggiunge Turpan. All’arrivo cena in ristorante e  sistemazione in albergo .Pernottamento.

16 Ottobre, venerdì: TURPAN e DINTORNI

Pensione completa con pranzo in ristorante. Intera giornata dedicata alla visita della città di Turpan e dei suoi dintorni. Situata nella provincia dello Xinjiang settentrionale ai margini del Deserto di Taklamakan, uno dei più grandi al mondo, il cui nome significa “da qui non si trona indietro”, si trova in una fossa tettonica la cui massima profondità raggiunge i 155 m al disotto del livello del mare (il punto più basso della Cina e il secondo più basso del Pianeta). Nonostante si trovi in una zona desertica la presenza di acque sotterranee l’hanno resa una rigogliosa oasi. Inizio delle visite con il Minareto di Emin, splendido edificio in mattoni crudi alto 44 metri dalla forma affusolata e decorato con un suggestivo insieme di motivi geometrici e floreali che rispecchiano sia la tradizione decorativa araba che quella cinese, che sorge a fianco della Moschea degli Uiguri, la popolazione di fede musulmana, che abita queste zone. Particolarissimo sono anche i "Karez", un sistema di pozzi che servivano per la raccolta delle acque tipico di questa città. Nel pomeriggio partenza verso le Montagne Fiammeggianti, il cui nome deriva dal colore rossiccio assunto dall’arenaria nelle ore più calde, nei cui pressi sorgono i resti dell'antica Jiaohe, fondata dai cinesi come città presidio durante la dinastia Han e una delle città più antiche, più grandi e meglio preservate del mondo. Il sito vanta una storia così ricca ed antica da essere stato inserito dall’ Unesco nell'elenco dei Patrimoni dell'Umanità. Ultima e interessantissima visita sarà alle Grotte di Bezekli, un complesso di 77 grotte scavate nella pietra, con forme rettangolari e dai soffitti ad archi tondeggianti, spesso divise in quattro parti, ognuna con un dipinto di Buddha. Cena in ristorante e pernottamento in albergo.

17 Ottobre, sabato: TURPAN - URUMQI - KASHGAR (1270 m SLM)

Prima colazione in albergo e immediato trasferimento alla stazione ferroviaria per imbarcarsi sul treno veloce, che in meno di 2 ore permetterà di arrivare a Urumqi, capoluogo della provincia di Xinjiang, situato su di un altopiano a 800 metri d'altitudine dall’aspetto principalmente moderno e crogiuolo di etnie diverse: qui si possono incontrare i visi grinzosi dei vecchi uihuri, gli occidentali dalla carnagione chiara e dai nasi affilati, gli occhi  a mandorla e le facce piatte dei mongoli o dei cinesi Han. Geograficamente è nel Guinness dei primati in quanto è la città più lontana da qualsiasi mare del mondo. All’arrivo visita al Museo Regionale, di nuova concezione, molto interessante e ricco di testimonianze della cultura uigura e delle popolazioni che da sempre hanno vissuto ai margini del deserto di Taklamakan. Pranzo in ristorante e nel pomeriggio breve tempo a disposizione per visitare il Grand Bazar, uno dei più estesi al mondo di chiara impronta islamica dove si combinano le svariate culture del luogo. In tempo utile trasferimento all’aeroporto, operazioni di imbarco e volo per raggiungere la leggendaria oasi del deserto di Kashgar, città nascosta nell’angolo più occidentale della Cina, più vicina a Teheran e a Damasco che a Pechino e che costituisce il cuore del commercio e degli scambi culturali di questa regione da più di due millenni. Situata a cavallo tra il Deserto di Taklamakan e la catena montuosa del Karakorum fu per secoli un centro nevralgico dei commerci carovanieri lungo l’antica Via della Seta che qui si biforcava in due rami incanalando stoffe, tè, pietre preziose e altre mercanzie verso l’Asia Centrale e il Medio Oriente. Nonostante l’avvento della modernità che l’ha travolta, il suo spirito antico è ancora vivo: gli artigiani uiguri continuano a martellare e scalpellare come fanno da secoli, i mercanti contrattano nei chiassosi bazar e i carretti trainati da asini si fanno ancora strada negli stretti vicoli del centro. All’arrivo sistemazione in albergo per cena e pernottamento

18 Ottobre, domenica: KASHGAR

Prima colazione in albergo e pranzo in ristorante in corso di viste. Giornata dedicata a scoprire i mercati caratteristici di questa città che per la sua vicinanza ai confini con il Pakistan, il Kirghizistan ed il Tagikistan è stata da sempre un'opportunità di incontri e scambi culturali, economici e religiosi tra il mondo "cinese" e quello "indo-europeo". Veramente famoso e suggestivo è “mercato del bestiame o mercato della Domenica" dove ancora oggi arrivano centinaia e centinaia di contadini dalle oasi del deserto per vendere cammelli, armenti, pellicce e cibo. Le contrattazioni tra vecchi mercanti, portate avanti con i movimenti delle dita, sono rapide e chiassose e gli animali vengono ispezionati con attenzione. Sembrerà di essere in un paese caucasico o indo-europeo grazie ai lineamenti delle popolazioni locali che hanno caratteristiche somatiche ben diverse da quelle dei cinesi Han, la principale etnia della Cina. Interessante è anche il Gran Bazar o Bazar della domenica, con alle spalle una storia di 2000 anni offre stoffe, strumenti musicali, spezie un’interessante zona del cibo che spazia dalla semplice frutta secca ai ravioli ripieni di carne di pecora e tanto altro. Rientro in albergo per cena a buffet e pernottamento.

19 Ottobre, lunedì: KASHGAR - LAGO KARAKUL - KASHGAR

Prima colazione in albergo.  Escursione di intera giornata lungo la famosa strada del Karakorum che collega la Cina al Pakistan, una delle strade più spettacolari al mondo, utilizzata per secoli dalle carovane che percorrevano la Via della Seta. Lungo il percorso lo scenario si fa davvero emozionante: questa sorta di serpentone di asfalto è un continuo di tornanti che mettono in risalto la forza della natura che qui sfoggia tutta la sua bellezza selvaggia: vallate scoscese, torrenti impetuosi contornati qua e là da piccoli villaggi fino a giungere al Canyon del fiume Ghez,  che scorre in mezzo a spettacolari pareti di arenaria rossa e dal quale si esce entrando in uno sconfinato altipiano umido circondato da montagne di sabbia, che fanno parte del Sarikol Pamir, giungendo infine al  Lago Karakul di origine tettonica e dalle acque salate che si trova a un'altitudine di 3600 metri ed è circondato dalla catena montuosa del Pamir, perennemente innevata, che si specchia nelle sue limpide acque lacustri. Pranzo in ristorante e tempo per godere della bellezza del paesaggio montano. Rientro a Kashgar, cena a buffet  e pernottamento in albergo.

20 Ottobre, martedì: KASHGAR - PECHINO
Prima colazione in albergo. Mattinata dedicata a completare le visite di questa città con del centro storico antico dove si trova la Moschea di Id Kah. Edificata nel 1442 e rivestita di mattonelle gialle che costituisce il cuore fisico e spirituale della città oltre ad essere la più grande mosche della provincia. Questo luogo durante le funzioni non è accessibile ai turisti, ma anche senza entrare è un vero spettacolo stare a osservare l’umanità che si prostra in preghiera attorno alle mura di recinzione. Si prosegue poi con la Via degli Artigiani e altro ancora.  Dopo il pranzo in ristorante trasferimento in aeroporto. Operazioni di imbarco e partenza con volo di linea Air China per Pechino delle ore16.25. Arrivo a Pechino alle ore 22.55 e cambio aeromobile.
21 Ottobre, mercoledì: ARRIVO A MALPENSA - BOLOGNA

Ore 01,30 partenza del volo per Milano /Malpensa, cena e pernottamento a bordo. Arrivo in Italia alle ore 6,30 e immediato trasferimento con pullman riservato a Bologna.

VEDI DETTAGLIO COMPLETO
Organizzazione Tecnica:
Petroniana Viaggi e Turismo
RICHIEDI INFORMAZIONI
Le destinazioni più desiderate
dal 17/01/2020 al 30/01/2020
dal 28/01/2020 al 10/02/2020
dal 21/02/2020 al 23/02/2020
dal 21/02/2020 al 29/02/2020
dal 28/02/2020 al 01/03/2020
dal 04/03/2020 al 08/03/2020
dal 14/03/2020 al 14/03/2020
dal 21/03/2020 al 03/04/2020
dal 22/03/2020 al 29/03/2020
dal 02/04/2020 al 02/04/2020
Immagina il tuo prossimo viaggio!
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RIMANERE AGGIORNATO
Serviaggi s.r.l Via Vignolese 35/37 41124 Modena
Tel. +39 059/220530 E-mail: info@serviaggi.it
P.Iva 01763230362 - Privacy Policy
Credits TITANKA! Spa © 2019